I Leggo Awards premiano i “direttori per un giorno”

La seconda edizione dei Leggo Awards, in programma durante la penultima giornata della Social Media Week sono stati una parata di star: da Lorella Cuccarini a Massimiliano Bruno, da Greg (senza Lillo) a Dose & Presta del Ruggito del Coniglio. «L’idea è nata – spiega il direttore di Leggo Alvaro Moretti, conduttore della serata insieme a Claudia Alfonso – per fare una sintesi delle storie più belle dei nostri “direttori per un giorno”». La redazione di Leggo, infatti, si apre ad alcuni fra i più noti personaggi del mondo della politica, dello sport e – soprattutto dello spettacolo, per interagire con loro e far scoprire come funziona la macchina dell’informazione. Questa interconnessione genera un proficuo scambio di idee che si traducono in prime pagine o servizi giornalistici veri e propri: «Margherita Buy ci aveva segnalato la vicenda degli alberi caduti a Villa Ada – racconta Moretti – di cui poi abbiamo fatto una notizia. Dopo pochi giorni vi è stato un’intervento del Comune che ha risolto il problema».

Il premio è una targa che rappresenta la prima pagina del quotidiano “diretto” dall’artista in questione. Fra i premiati anche Volfango De Biasi, regista di “Crazy for football”, Riccardo Masetti di “Komen Race for the Cure”, la gara podistica che sensibilizza sui tumori femminili con 4/5000 screening effettuati durante i giorni di competizione; il curatore di Dylan Dog Roberto Recchioni; l’attore Lino Guanciale.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *